BORO: la tessera mancante nell'integrazione Direttore d'orchestra per ossa, articolazioni, sistema immunitario

Non capisco perché si parla pochissimo del Boro, eppure come vedrai è estremamente utile integrarlo.

Dato che mi segui da tempo sai che si tratta di un cofattore della vitamina D3 per cui sarebbe sempre meglio integrarlo anche perché è molto facile andare in carenza.

E’ dal lontano luglio 2016 che ne consiglio l’integrazione, sono ormai quasi 5 anni e chi è iscritto alla newsletter lo sa benissimo. E’ sempre stato presente nel Paleocomplex sin dagli esordi e inviai proprio alla newsletter uno studio del 2015, lo stesso che ti ripropongo adesso in calce, ma sempre attuale.

Il boro è presente in piccole quantità in tutte le piante e negli alimenti non trattati in quanto i fertilizzanti e i pesticidi chimici ne impediscono l’assorbimento da parte del suolo.
L’assunzione quotidiana del boro si riduce ulteriormente scartando l’acqua di cottura dalle verdure.

Da tutto questo si desume che abbiamo a disposizione solo minime tracce di boro da utilizzare per le nostre funzioni fisiologiche.

Ma qual è l’utilità del boro?

Oltre ad avere buone proprietà antisettiche, antimicotiche ed antivirali, è essenziale per garantire l’integrità e la funzionalità delle membrane cellulari e per la trasmissione dei segnali tra le varie cellule.

Il boro si può trovare in tutto l’organismo ma la maggiore concentrazione è situata nelle paratiroidi, nelle ossa e nello smalto dentale.

Da questo si può desumere la sua importanza per una sana funzionalità delle ossa e delle articolazioni in quanto regola l’assorbimento e il metabolismo del calcio, magnesio e fosforo attraverso una regolazione delle paratiroidi.

Il Boro per le ossa e le articolazioni

Del boro se ne sente parlare davvero troppo poco.

Considera che una sua carenza causa un’iperattività delle paratiroidi con eccesso del loro ormone specifico, il paratormone, il quale aumenta il calcio nel sangue prelevandolo dalle ossa e dai denti.

Inoltre il boro influisce sulla regolazione di tutti gli ormoni steroidei compresa la vitamina D (che, come sappiamo è un ormone) e gli ormoni sessuali riequilibrando i bassi livelli di testosterone negli uomini in andropausa e degli estrogeni nelle donne in menopausa.

Ricopre un ruolo specifico nel convertire la 25-oh-vitamina D nella sua forma attiva e possiede un effetto antiosteoporotico.

Si è potuto notare che, grazie all’integrazione di boro, le fratture ossee guariscono nella metà del tempo occorrente sia negli esseri umani che negli animali.

Integrazioni di boro, oltre che aiutare il metabolismo osseo, regolano efficacemente gli ormoni sessuali, in special modo il testosterone maschile influendo sulla riduzione dell’antigene prostatico specifico (PSA).

Analoghi risultati positivi si hanno nella candidosi vaginale per la quale è possibile anche un’irrigazione serale con acido borico.
Infine il rapporto calcio/magnesio viene modulato positivamente.

Più importante del calcio

L’eccesso di calcio, specie a livello intracellulare danneggia la produzione energetica.

Se abbiamo una carenza di boro, nella cellula tende ad entrare troppo calcio ed il magnesio non riesce ad espellerlo adeguatamente.

Per questo motivo, nell’invecchiamento e nelle patologie degenerative c’è sempre un aumentato fabbisogno di boro e di magnesio e meno bisogno di calcio.

Infatti il boro esplica effetti più completi in presenza di adeguate quantità di magnesio.

Nonostante molti medici insistano a consigliare una maggiore assunzione di calcio per l’osteoporosi, è vero il contrario, in quanto troppo calcio non utilizzato, può aumentare la contrattura muscolare provocando crampi e spasmi che vengono invece migliorati dalla contemporanea assunzione di boro e magnesio.

La dose raccomandata varia da persona a persona ma generalmente oscilla tra 3 e 10 mg quotidiani senza alcun effetto indesiderato a questi dosaggi.”

Ti ricordo che nel Paleocomplex il boro è presente nella sua quantità consigliata, insieme al Magnesio, alla vitamina D3 e agli altri cofattori della D3 (K2 MK-7, Vitamina A e Zinco).

Ma forse sei ancora rimasto ad assumere tanti integratori…e sono certo che nessuno ti ha mai detto di acquistare l’ennesimo barattolino di boro…oppure è contenuto in quantità infinitesimali (e inutili) nelle fastidiose pasticche che assumi ogni giorno.

Nel Paleocomplex HAI TUTTO IN UN UNICO PRODOTTO, IN POLVERE, DA PRENDERE UNA VOLTA SOLA AL GIORNO!

Ora a te la scelta…e qui di seguito ti offro due opzioni:

  1. Cominciare ad informarti SERIAMENTE su cosa e come integrare iscrivendoti alla newsletter
  2. Oppure passare allo step successivo ed avere SUBITO A CASA TUA un mese di integrazione completa da provare e a condizioni vantaggiose grazie al CASHBACK!

Iscriviti alla newsletter per ricevere informazioni e aggiornamenti specifici sull’integrazione e il benessere…

e se ancora non l’hai attivato, con il tuo prossimo acquisto entri nel PROGRAMMA CASH BACK e integri a prezzi sempre più bassi!

Buona integrazione,

Lorenzo Zarone

Dottore in Nutrizione – Nutraceutica

Fonte:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4712861/?fbclid=IwAR0luMhrZMgRSz02AiwFB1rfoVJGTqZc3MQYmLCdy3m-e6neuWNHP67XXT4

    Leggi i termini di privacy policy

    Categorie: ARTICOLI

    0 commenti

    Lascia un commento

    Segnaposto per l'avatar

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Translate »
    error

    Segui Paleocomplex sui social e rimani aggiornato con informazioni utili e promozioni