Dieta Chetogenica e Integrazione Perché è ancora più importante la scelta degli integratori?

L’Integrazione è importante, ma lo è ancora di più se si è sotto regime dietetico e/o si pratica parecchia attività sportiva.

Nel primo caso purtroppo gli alimenti che mangiamo oggi non sono più quelli di una volta e mancano di tantissimi micronutrienti fondamentali

Per non parlare della Vitamina D, che è praticamente impossibile da reperire naturalmente tutto l’anno almeno che non si abiti accanto all’equatore.

Nel caso delle diete, i micronutrienti presenti in Paleocomplex possono aiutare all’inizio quando si percepisce più difficoltà ad adattarsi al nuovo stile alimentare.

Prendiamo come esempio la dieta Chetogenica… perché è necessario integrare nonostante fornisca una fonte di energia più efficiente del glucosio? 

Lo stato di chetosi si raggiunge dopo qualche giorno o addirittura settimane dall’inizio di questo tipo di dieta.

Nella prima fase può manifestarsi la cosiddetta Keto-flu, mal di testa e debolezza, che scompaiono non appena il corpo affronterà la transizione da “brucia zuccheri” a “brucia grassi”. 

Successivamente arriva il bello: 

  • Scompariranno gli attacchi di fame
  • Si acquisirà una maggior lucidità mentale
  • Maggiore resistenza e forza all’esercizio fisico
  • Sensazione di benessere
  • E perdita di grasso ovviamente. 

Ma come avviene questa transizione ? 

Dieta Chetogenica 

È stata messa a punto negli USA negli anni ‘20 per il trattamento dell’epilessia resistente ai farmaci.

Questa produceva effetti fisiologici simili a quelli del digiuno ma poteva essere mantenuta per un tempo più lungo e riduceva ugualmente l’incidenza delle crisi. 

Dagli anni ’90 è stata poi posta in esame per essere utilizzata nel trattamento di persone con obesità o sovrappeso, tumori, disturbi psichiatrici, neurologici e sindrome metabolica.

Anche per il trattamento dell’Alzheimer sembra essere una terapia ormai consolidata, in quanto la sindrome metabolica dovuta a questa patologia non permette di utilizzare il glucosio come fonte di energia, al contrario dei grassi che trasformati in chetoni sono facilmente utilizzati da parte dei mitocondri.

Come funziona quindi? 

I protocolli della dieta chetogenica sono diversi e personalizzati, se volessimo fare un esempio generico si può dire che è strutturata come segue: 

  • 70% delle calorie proviene dai grassi
  • 25% dalle proteine
  • 5% dai carboidrati

Ovviamente è importante rivolgersi a un esperto che personalizzi questo tipo dieta, mai il fai da te o affidarsi a siti online!

Una volta che si è mantenuto un apporto ridotto di carboidrati al giorno il corpo non trovando glucosio produce chetoni direttamente dal grasso di deposito.

Ci sono alimenti da evitare nella dieta chetogenica, ricchi di carboidrati e zuccheri: 

  • Cereali, pane, pizza, farinacei
  • Frutta
  • Dolci in generale

Via libera invece a:

  • grassi vegetali dell’avocado, della frutta secca, dell’olio extravergine d’oliva (senza esagerare)
  • grassi animali di carne, pesce e uova (da preferire ai grassi vegetali).

 Cosa integrare

Per quanto possa essere benefico questo cambio nutrizionale, rischia comunque di portare a delle carenze che è bene integrare: 

  1. per ridurre gli effetti collaterali del cambiamento di metabolismo
  2. per migliorare le prestazioni sportive durante gli allenamenti.

Accanto ad ogni regime alimentare infatti, qualunque esso sia, è  fondamentale accompagnarci l’attività fisica.  

Inoltre nella dieta chetogenica non potendo consumare frutta o troppa verdura possono mancare molti micronutrienti e vitamine.

N.B. dobbiamo sempre anche considerare che un tempo le verdure venivano mangiate crude e così i nostri antenati si garantivano tutti i micronutrienti. Mentre oggi con la cottura perdiamo quasi tutti i micronutrienti idrosolubili. Anche cuocendo carne, uova e pesce perdiamo molti micronutrienti!

Le diete a basso contenuto di carboidrati tendono ad essere anche povere di Zinco, Magnesio, Selenio e altre vitamine del gruppo B che sono fondamentali per muscoli, pelle, sistema immunitario e… 

Fate prima a iscrivervi alla newsletter se volete scoprirli tutti, basta compilare il FORM QUI SOTTO

E anche qui, per non complicare ulteriormente questa dieta con altri pensieri, Palecomplex viene in aiuto grazie alla sua formula completa e alla sua praticità!

Senza contare che offre tutta la Vitamina D di cui hai bisogno, come ti dicevo all’inizio. 

Questa è fondamentale per l’assorbimento del calcio che in una dieta come quella chetogenica potrebbe mancare.

Aggiungere solo due cucchiaini al giorno di Paleocomplex al tuo piano chetogenico è la marcia in più per il successo della dieta! 

E te lo spiego subito guardando soprattutto a questi micronutrienti che ho selezionato per il Paleocomplex:

  • L’Acetyl Carnitina aiuta la produzione di energia trasportando gli acidi grassi nei mitocondri, e quindi un loro utilizzo più efficiente. 

  • L’Acido Lipoico è un antiossidante importante che aiuta la corretta funzionalità dei tessuti del fegato, organo principale nella dieta chetogenica.

Se integri con Paleocomplex Revolution avrai, oltre l’Acido Lipoico nella sua forma migliore, e cioè la forma R, anche l’Ubiquinolo

Questo antiossidante contrasta la debolezza e i mal di testa del primo periodo dovuto all’assenza di glucosio, il suo ruolo nei processi di energia cellulare riduce notevolmente lo stress ossidativo cerebrale.

Rispetto al semplice Coenzima Q10 (Ubiquinone), l’Ubiquinolo riesce ad attraversare la barriera ematoencefalica e apportare i suoi benefici direttamente nel sistema nervoso centrale!

Scopri di più su l’Ubiquinolo qui. 

E infine una dieta che basa il 70% del suo fabbisogno sui grassi non può fare a meno di tenere sotto controllo l’equilibrio tra Omega-6 e Omega-3.

Sappiamo ormai bene quanto i cibi di oggi siano ricchi di Omega-6 piuttosto che di Omega-3, uno squilibrio che promuove l’infiammazione nel corpo e lo conduce a diverse patologie.

L’integrazione di Omega-3 può essere particolarmente utile proprio per le persone che seguono una dieta chetogenica, poiché aiuta a mantenere un rapporto sano con gli Omega-6 in una dieta ricca di grassi.

Ricapitolando, con Paleocomplex potrai star sicuro di sostenere e ottenere il massimo dalla tua dieta chetogenica integrando: 

  • Le vitamine, soprattutto quelle del Gruppo B, la vitamina C e la Vitamina D
  • Zinco
  • Magnesio 
  • Selenio 
  • Acetyl Carnitina
  • Acido Lipoico 

E con Paleocomplex Revolution, oltre a tutti questi hai la forma R dell’Acido Lipoico e una straordinaria dose di Ubiquinolo insieme ad altri antiossidanti! 

Ti consiglio di iscriverti alla newsletter per leggere TUTTI I REPORT e gli STUDI sull’importanza di questi micronutrienti contenuti in Paleocomplex e Palecomplex Revolution.

Potrai vedere tu stesso qui e qui come il dosaggio e la qualità dei micronutrienti presenti in una sola confezione sia notevolmente maggiore di tutto quello che ti circonda!

Stiamo parlando di un prodotto specifico che non può essere paragonato ad un generico multivitaminico perché i risultati che raggiunge sono REALI

Clicca sulle “RECENSIONI” e te ne renderai conto!

Bene, ti lascio al link dello Shop se vuoi ricevere SUBITO 1 confezione di Paleocomplex o Palecomplex Revolution per godere di BEN 1 MESE di integrazione completa per la tua DIETA CHETOGENICA!

Alla prossima,

Lorenzo Zarone 

    Leggi i termini di privacy policy


    0 commenti

    Lascia un commento

    Segnaposto per l'avatar

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Translate »
    error

    Segui Paleocomplex sui social e rimani aggiornato con informazioni utili e promozioni