Quali micronutrienti preservano la salute dei Capelli? Perdita di Capelli, Capelli Fragili, Perdita di pigmento

Sempre più spesso mi arrivano le vostre testimonianze sulla salute ritrovata nei capelli, come queste ricevute sul Paleocomplex, sul Paleocomplex Revolution e sul collagene Youth:

La caduta dei capelli, come avere capelli fragili, sono problemi molto diffusi, e spesso, dopo tanti tentativi falliti, si rinuncia completamente a cercare una soluzione.

Ebbene, nonostante ormai sembrava l’ultimo dei vostri problemi, avete riscontrato con mano quanto siano indispensabili alcuni micronutrienti ogni giorno, nella giusta quantità e qualità.

Accorgimenti che difficilmente consigliano, o se lo fanno non offrono la giusta competenza per aiutare a colmare proprio alcuni dei micronutrienti più mirati.

Infatti, come vedrete, ci sono addirittura integratori specifici per i capelli che rischiano di fare anche peggio!

Perché?

Purtroppo è la conferma di quello che analizzo da anni:

C’è ancora poca conoscenza della forma migliore e della qualità dei micronutrienti che inseriscono in un integratore.

Perché gli integratori specifici per capelli possono fare più danni

Una revisione del 2019 pubblicata su PubMed mi aiuta a spiegarti perché micronutrienti, come vitamine e minerali, svolgono un ruolo importante nello sviluppo del follicolo pilifero e nella funzione delle cellule immunitarie.

Le cellule della matrice nel bulbo follicolare hanno infatti un turnover molto elevato.

Una restrizione calorica o la carenza di diversi elementi, tra cui vitamine, minerali, acidi grassi essenziali e proteine, causata da un ridotto assorbimento, può portare a perdita di capelli, anomalie strutturali e cambiamenti del pigmento, sebbene l’esatto meccanismo non sia ben noto.

La carenza di tali micronutrienti può rappresentare un fattore di rischio associato allo sviluppo, alla prevenzione e al trattamento dell’alopecia.

Questi effetti sono riassunti nella tabella insieme ai micronutrienti che mostrano un ruolo decisivo sulla salute del cuoio capelluto e del capello stesso.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio perché questi micronutrienti sono così importanti proprio per i nostri capelli, e soprattutto capiamo perché alcuni integratori specifici per capelli fanno più danni che altro.

(Non entrerò troppo nello specifico perché di ognuno di questi micronutrienti ricevi già ABBASTANZA informazioni dettagliate grazie alla NEWSLETTER…se non sei iscritto è ora di farlo!)

VITAMINA A

È importante considerare quale forma di vitamina A è contenuta negli integratori e in quale proporzione, se carotenoidi provitamina A o vitamina A preformata.

Come leggerai nella tabella infatti, il consumo di quest’ultima forma di vitamina A oltre il limite giornaliero raccomandato di circa 10.000 UI al giorno, può portare a tossicità con conseguente perdita di capelli.

VITAMINA B

Di tutto il gruppo di vitamina B la biotina è quella che più ci interessa (vitamina B8) per la salute dei capelli.

La sua carenza si manifesta con dermatite grave e alopecia, con perdita di vello e peli terminali sul cuoio capelluto.

Anche le sopracciglia, le ciglia e i peli di lanugine possono essere assenti.

La carenza di biotina può essere genetica oppure acquisita, dovuta ad esempio al consumo di uova crude, dove le particelle di avidina si attaccano alla biotina e ne inibiscono l’assorbimento nell’intestino.

I segni di carenza di biotina includono perdita di capelli, eruzioni cutanee e unghie fragili, e l’integrazione mostra un miglioramento.

Così come sono fondamentali la vitamina B12 e la B9 (acido folico).

VITAMINA C

Come sappiamo è un potente antiossidante che previene l’ossidazione delle lipoproteine ​​a bassa densità e il danno dei radicali liberi.

Agisce anche come nella sintesi delle fibre di collagene e svolge un ruolo essenziale nell’assorbimento intestinale del ferro.

La sua integrazione è importante nei pazienti con perdita di capelli associata a carenza di ferro.

Mentre la carenza di vitamina C sembra coinvolta ad anomalie dei peli del corpo.

VITAMINA D

La vitamina D modula la crescita e la differenziazione dei cheratinociti legandosi al recettore nucleare della vitamina D (VDR).

Il ruolo della vitamina D nel follicolo pilifero è confermato dalla caduta dei capelli in pazienti con rachitismo di tipo II dipendente dalla vitamina D.

Sono pazienti che presentano mutazioni nel gene VDR, che provocano resistenza alla vitamina D oltre alla presenza di pochi peli corporei, e spesso coinvolgono il cuoio capelluto e l’alopecia corporea.

VITAMINA E

Aiuta a proteggere dai danni dei radicali liberi e grazie a diversi studi sono state valutate delle correlazioni tra la comparsa di alopecia e carenza di vitamina E

SELENIO

Il selenio è un oligoelemento essenziale necessario per la sintesi di oltre 35 proteine. La glutatione perossidasi (enzima antiossidante) dipende dal selenio come cofattore.

Anche qui come per la VITAMINA A alcuni integratori specifici possono creare più danni che altro.

Da una parte si nota come la carenza di selenio comporti perdita di pigmentazione dei capelli, caduta di capelli e l’alopecia con pseudoalbinismo.

Ma dall’altra, un suo eccesso (400 mcg al giorno) può essere tossico e indurre comunque a perdita di capelli.

ZINCO

Lo zinco è un oligoelemento essenziale, il corpo non può sintetizzarlo da solo e deve essere assunto dalla dieta.

L’alopecia è un segno ben noto di una carenza di zinco accertata con ricrescita dei capelli che si verifica con l’integrazione di zinco.

Quanto costa avere capelli in salute?

Inutile sottolineare che integrare correttamente anche solo questi micronutrienti possa costare una fortuna, soprattutto se ci si affida al mercato degli integratori “specifici per capelli” (di cui ti ho in parte messo in guardia).

E mi fa rabbia pensare che chi mi scrive ha speso così tanto tra visite, esami e integratori senza risolvere NULLA.

Per poi notare IL RISULTATO SPERATO con i miei integratori, e come effetto “collaterale” di un benessere ritrovato su tutto il corpo…ma come poteva essere diversamente?

Chi mi conosce da anni non solo ha piena fiducia e conferma dei miei prodotti ma continua a seguire assiduamente i miei studi e le mie ricerche volte a perfezionare sempre di più la forma e l’efficacia delle mie formulazioni.

Se sei iscritto alla newsletter riceverai tante di quelle informazioni che non cadrai più facilmente dal pero ogni volta che ti propinano un prodotto “miracoloso”.

E continuerò ad informarti continuamente sulla corretta integrazione e sugli ultimissimi studi che scoverò per te e per migliorare sempre di più i prodotti che ti offro. 

Nel frattempo, se vuoi farti due calcoli tra quanto ti costerebbe acquistare e deglutire tutti questi integratori piuttosto che il Paleocomplex o Youth guarda qui il prezzo e scopri le differenze: CLICCA QUI

Buona integrazione,

Lorenzo Zarone

Dottore in Nutrizione – Nutraceutica

Fonti:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6380979/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error

Segui Paleocomplex sui social e rimani aggiornato con informazioni utili e promozioni