Le possibili Cause della Fibromialgia La risposta nel Sistema Immunitario

Pochi giorni fa si è tornati a parlare di Fibromialgia. 

Una malattia invalidante oltre che molto diffusa e di cui abbiamo già parlato qui, scoprendo come viene diagnostica e quali sono le possibili cause della sua comparsa.

Grazie ad una nuova ricerca svolta dal King’s College London oggi aggiungiamo un tassello al nostro puzzle… E che tassello! 

I ricercatori hanno scoperto che l’origine neurologica di questa malattia È ERRATA! 

Le sue cause sono da ricercarsi nel Sistema Immunitario.

Adesso sono chiare tante cose… esempio:

  • perchè il 40% delle persone affette da fibromialgia è carente di Vitamina D, 
  • perchè aumentando la D3 i pazienti migliorano le condizioni psicofisiche (aggiungendo ovviamente anche la vitamina K),
  • perchè B9, B12, Magnesio e Acido Folico sono utilizzati come rimedi alla fibromialgia, 
  • e perchè Paleocomplex e Paleocomplex Revolution hanno migliorato i sintomi e i dolori (leggi tu stesso le testimonianze).

Questa recente ricerca dimostra che l’aumento della sensibilità al dolore, la debolezza muscolare, la riduzione dei movimenti e il ridotto numero di piccole fibre nervose della pelle, tipiche della FM, sono tutte una conseguenza degli anticorpi del paziente (Goebel, A. et al. 2021).

I ricercatori hanno iniettato su topi da laboratorio gli anticorpi (IgG) di persone che vivono con la FM e hanno osservato che i topi hanno sviluppato rapidamente una maggiore sensibilità alla pressione e al freddo, oltre a mostrare una ridotta forza di presa del movimento. 

Al contrario, i topi a cui sono stati iniettati anticorpi di persone sane non sono stati colpiti, dimostrando che gli anticorpi dei pazienti contribuiscono in modo importante alla malattia.

Le stime attuali suggeriscono che almeno 1 persona su 40 è affetta da FM in tutto il mondo (l’80% donne) ed è comunemente caratterizzata da uno stato invalidante che in molti paesi non è ancora tutelato.

Mentre, dopo la campagna vaccinale, l’attenzione sul sistema immunitario sembrerebbe essere calata è importante ribadire come il suo corretto funzionamento previene dalle malattie autoimmuni.

Per fortuna su questo Blog e nella Newsletter a cui potete gratuitamente iscrivervi avete tutte le informazioni su come potenziare il sistema immunitario e tenere lontano le infiammazioni croniche che lo debilitano. 

Iscriviti tramite il Form alla fine dell’articolo.

Malattie autoimmuni: diagnosi e trattamenti 

Come ci ha dimostrato il caso della Fibromialgia riconoscere le malattie autoimmune non è così semplice. Specialmente se la sua causa è dovuta ad un’infiammazione latente. 

A compromettere il sistema immunitario sono infatti tanti fattori: 

  • Sedentarietà 
  • Insonnia (qui per scoprire i grandi benefici di YOUTH per il sonno)
  • Alimentazione impropria
  • Smodato uso di antibiotici e farmaci 
  • Stress

e la diagnosi spesso arriva troppo tardi quando la risposta immunitaria è già compromessa. 

Per riconoscere una malattia autoimmune bisogna eseguire delle visite mediche specialistiche come:

  • La ricerca degli anticorpi antinucleo (ANA) e anti-ENA.
  • La ricerca di autoanticorpi organo-specifici.
  • L’analisi dei livelli di proteina C-reattiva e della velocità di sedimentazione degli eritrociti (VES).
  • Esami ematici generali ed esame delle urine.

Secondo un articolo pubblicato dal The Journal of Nutritional Biochemistry l’incidenza delle malattie autoimmuni è in costante aumento e la ricerca nel campo dovrebbe essere presa più in considerazione. 

L’articolo si concentra anche sull’importanza della micronutrizione, in particolare dello Zinco e della Vitamina D, per bilanciare la funzione immunitaria (Wessels I., Rink L. 2020)

Per gli scienziati i rimedi nutrizionali sembrano rientrare nelle strategie odierne per controllare l’insorgere o l’aggravarsi di queste malattie mentre la maggior parte delle terapie attuali mira solo a sopprime ancora di più il sistema immunitario.  

Adesso sta a te! 

Se soffri di Fibromialgia immagino quanto siano fondamentali queste scoperte per te. 

Puoi inserire subito nel carrello Paleocomplex per provare come con UN SOLO MESE di integrazione i dolori della Fibromialgia scompariranno. 

Ce lo confermano tante donne affette da Fibromialgia che hanno iniziato ad integrare con Paleocomplex.

Oppure come Anna Maria puoi smettere di spendere una fortuna per integrare singolarmente Vitamina D, B9, B12, Acido Alfa Lipoico e Magnesio e assumere direttamente TUTTI questi micronutrienti con in più Omega-3, Selenio e Antiossidanti tramite Paleocomplex.  

Non perdere la tua occasione e effettua il primo acquisto da QUI.

A presto e buona integrazione,

Lorenzo Zarone

Dottore in Nutrizione – Nutraceutica

Fonti:

https://www.kcl.ac.uk/news/new-study-shows-fibromyalgia-likely-the-result-of-autoimmune-problems

Goebel, A., Krock, E., Gentry, C., Israel, M. R., Jurczak, A., Urbina, C. M., Sandor, K., Vastani, N., Maurer, M., Cuhadar, U., Sensi, S., Nomura, Y., Menezes, J., Baharpoor, A., Brieskorn, L., Sandström, A., Tour, J., Kadetoff, D., Haglund, L., … Andersson, D. A. (2021). Passive transfer of fibromyalgia symptoms from patients to mice. The Journal of Clinical Investigation, 131(13)

Wessels I, Rink L. Micronutrients in autoimmune diseases: possible therapeutic benefits of zinc and vitamin D. J Nutr Biochem. 2020 Mar;77:108240. doi: 10.1016/j.jnutbio.2019.108240. Epub 2019 Oct 30. PMID: 31841960.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error

Segui Paleocomplex sui social e rimani aggiornato con informazioni utili e promozioni