In questi giorni si sta parlando moltissimo di vitamina D in relazione a questo maledetto virus che sta mettendo in ginocchio tantissime nazioni.

Mi sembra importante ribadire l’importanza di avere livelli adeguati di vitamina D3 per cercare quanto meno di contrastarlo nel migliore dei modi dato che sicuramente parliamo di una vitamina che aiuta le nostre difese immunitarie….

Difese immunitarie che mi preme sottolineare vanno potenziate anche a tavola, mangiando sano, dormendo adeguatamente dato che è risaputo che dormire poco e male, deprime le nostre difese ed esponendosi al sole il più possibile!

Ma torniamo alla vitamina D e facciamo una panoramica.

Questa vitamina svolge un ruolo fondamentale nel promuovere la risposta immunitaria. Ha proprietà antinfiammatorie e immunoregolatorie ed è cruciale per l’attivazione delle difese del sistema immunitario

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6305614/

La vitamina D è nota per migliorare la funzione delle cellule immunitarie, comprese le cellule T e i macrofagi, che proteggono il tuo corpo dai patogeni

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3194221/

In effetti, la vitamina è così importante per la funzione immunitaria che bassi livelli di vitamina D sono stati associati ad una maggiore suscettibilità alle infezioni, alle malattie e ai disturbi immuno-correlati

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21527855/

Ad esempio, bassi livelli di vitamina D sono associati ad un aumentato rischio di malattie respiratorie, tra cui la tubercolosi, l’asma e le malattie polmonari ostruttive croniche (BPCO), nonché le infezioni respiratorie virali e batteriche

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4776550/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2759054/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5491340/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4214003/

Inoltre, la carenza di vitamina D è stata collegata alla ridotta funzionalità polmonare, che può influire sulla capacità del corpo di combattere le infezioni respiratorie

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21297070/

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28320552/

Attenzione però perché nessuno studio ha studiato l’effetto degli integratori di vitamina D o della carenza di vitamina D sul rischio di contrarre il nuovo coronavirus che causa COVID-19.

E’ un virus troppo recente per avere tanti dati a disposizione…

Tuttavia, numerosi studi hanno dimostrato che la carenza di vitamina D può danneggiare la funzione immunitaria e aumentare il rischio di sviluppare malattie respiratorie , utili ovviamente anche vitamina A, zinco e vitamina C

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5949172/

Una recente revisione che ha coinvolto 11.321 persone provenienti da 14 paesi ha dimostrato che l’integrazione con vitamina D ha ridotto il rischio di infezioni respiratorie acute (ARI) sia in coloro che erano carenti di vitamina D sia in quelli con livelli adeguati.

Nel complesso, lo studio ha dimostrato che gli integratori di vitamina D hanno ridotto il rischio di sviluppare almeno un ARI del 12%. L’effetto protettivo è stato più forte nei soggetti con bassi livelli di vitamina D

https://www.bmj.com/content/356/bmj.i6583

Cosa portare a casa???

Seguire le regole e stare attenti soprattutto alle persone che hanno più di 60 anni che sembrano essere i più a rischio…

Integrare è sicuramente un aiuto per il nostro sistema immunitario:

Ovviamente questo bellissimo feedback non riguarda il Coronavirus, ma è curioso notare come dopo 48 anni con influenze e raffreddori, nei 13 mesi di utilizzo di Paleocomplex  gli stati influenzali siano spariti…non è sicuro una coincidenza…

Mangiare sano è sicuramente importantissimo, come pure cercare di dormire in maniera adeguata.

Siamo ormai in un periodo in cui si può sintetizzare vitamina D con il sole, spero abbiate un giardino o un balcone dove possiate esporvi in maniera continua…ovviamente anche qui ci sono moltissime cose da dire…ma iscrivendoti alla newsletter gratuita avrai tantissime informazioni e report gratuiti da leggere…invia il modulo in fondo e ti assicuro che avrai molto da leggere, compreso il libro di Linus Pauling di 320 pagine…

Non trascurare l’attività fisica, certo non possiamo andare in palestra, ma possiamo comunque esercitarci in casa usando il peso del nostro corpo, elastici, piccoli attrezzi.

Ma soprattutto non abbatterti e tieni il morale alto…ne usciremo più forti di prima…

Come sempre se vuoi dare un’ occhiata veloce ai prodotti Paleocomplex puoi CLICCARE QUI

Alla prossima…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error

Segui Paleocomplex sui social e rimani aggiornato con informazioni utili e promozioni