La Paleodieta negli ultimi anni sta riscontrando un successo enorme. Già dal primo mese si possono riscontrare un rinnovato benessere, il raggiungimento del peso forma ideale e, come manifestato in molti gruppi facebook, regressioni anche importanti in molte patologie autoimmuni come psoriasi, ipotiroidismo di Hashimoto, ma anche da problemi “meno” seri come mal di testa, acne, problemi intestinali di varia natura ecc….

Ma come è possibile??? E’ sufficiente cambiare regime alimentare per far sparire piccoli disturbi e trovarsi sicuramente in uno stato migliore e con molte più energie??? Assolutamente si…

Ma cosa è questa Paleodieta???

Il nome potrebbe trarre in inganno, ed infatti dopo 3 anni che ne parlo assiduamente (seguo questo regime alimentare da settembre 2011), ancora molti credono si tratti di un regime alimentare da adottare da marzo a giugno per la prova costume….ma non è assolutamente così.

D’altronde per chi non ne ha mai sentito parlare e si rechi in una libreria, troverà decine di libri sull’argomento “dieta”:

1) La dieta del cervello

2) La dieta non dieta

3) La dieta dell’intestino

4) La dieta di qua

5) La dieta di la

In tutta questa confusione è chiaro che chiunque potrebbe pensare che si tratti appunto di una dieta qualsiasi, magari da provare qualche mese…

In realtà la Paleodieta non è altro che il regime alimentare adottato dall’uomo per circa 2,5 milioni di anni e che ci ha accompagnati nel corso dell’evoluzione.

Solo circa 10-12.000 anni fa con l’avvento dell’agricoltura, e poi dell’allevamento del bestiame, sono stati introdotti cibi fino ad allora sconosciuti e che quindi andrebbero eliminati perché non in accordo con il nostro DNA:

1) Cereali

2) Latticini 

3) Legumi

Quali sono quindi gli alimenti che ci hanno accompagnato nel corso della nostra evoluzione?

Ovviamente:

-carne (preferibilmente allevata ad erba, quindi grassfed)

-pesce (preferibilmente pescato quindi NON di allevamento)

-crostacei

-verdure di stagione

-radici

-bacche

-uova

-semi (chia, sesamo, lino)

-tuberi 

-miele 

-frutta di stagione 

-frutta a guscio 

Insomma tutto quel cibo che si trovava spontaneamente in natura e che l’uomo si procurava con la caccia e la raccolta…ecco perché si parla di cacciatori-raccoglitori…

E quanto bisogna mangiare??? Ascolta semplicemente il tuo corpo, mangia a sazietà, secondo appetito.

Puoi fare 1 solo grande pasto serale (warrior), fare colazione e pranzo, 3 pasti al giorno, 3 pasti al giorno e 2 spuntini…insomma la Paleo è un percorso personale.

Ti ricordo che l’alimentazione evolutiva (o Paleo) è un tipo di alimentazione normoproteica e normocalorica, nel senso che devi mangiare, e tendenzialmente più povera di carboidrati, ma NON priva.

Di carboidrati ne hai tanti da tuberi, frutta, verdure amidacee, miele…quindi se qualcuno ti dice ” Eh ma i carboidrati?”….ora sai cosa rispondere…

Ma è un tipo di alimentazione salutare?

Lo stato di salute perfetto delle ultime tribù di cacciatori – raccoglitori come Masai, Hadza deve far riflettere.

Tra queste tribù infatti non esistono malattie cronico-degenerative tipiche del mondo moderno come malattie cardiovascolari, diabete, tumori.

Quando però queste stesse tribù si spostano oppure entrano in contatto con la civiltà cominciano ad ammalarsi delle nostre stesse malattie, tra cui anche quelle autoimmuni.

E la variabile più importante (ma ce ne sono anche altre, come inquinamento atmosferico, elettromagnetico, distacco dalla natura) è appunto l’alimentazione.

Ogni animale (compreso l’uomo) che viva libero di cibarsi del cibo adatto alla sua specie NON si ammala…sicuramente non di malattie gravi…

Se prendiamo invece animali come gatti e cani domestici cosa succede??? Si ammalano, perché da buoni carnivori dovrebbero mangiare carne anziché crocchette stracolme di cereali…semplice no?

Lo stesso accade per l’uomo…mica siamo tanto diversi…

L’uomo è un carnivoro-frugivoro, cioè deve attingere sia dal regno animale che da quello vegetale…non è quindi un onnivoro come molti sostengono. Abbiamo infatti l’apparato digerente più lungo di un carnivoro, ma più corto di un erbivoro…

Una delle critiche che molto spesso viene mossa alla Paleodieta (che ripeto non serve per dimagrire, anche se alla fine si dimagrisce grazie all’eliminazione del cibo NON idoneo) è che sia un tipo di alimentazione poco varia ed equilibrata, ma che scemenza è???

Poco varia ed equilibrata?

Ma poi cosa vogliono dire con equilibrata??? Ah si che devi mangiare un pò di tutto…ahahahaha

Che cretinata…

Allora TU non devi mangiare un pò di tutto, tu DEVI mangiare tutti i nutrienti di cui il tuo corpo ha bisogno…e cioè amminoacidi, vitamine, minerali, grassi, carboidrati, acqua…ecc

E credimi tutti questi nutrienti li trovi in carne, pesce, uova, verdure, frutta, ecc…sono i cibi migliori in assoluto, densi di nutrienti ma privi di allergeni come la gliadina del glutine ( celiachia e gluten sensitivity ti dicono qualcosa?) oppure le caseine dei latticini, le lectine, proteine presenti soprattutto in cereali e legumi, inibitori della proteasi, fitati, agglutinina del germe di grano (fa danni enormi all’intestino)….ok l’elenco è lungo…ci siamo capiti…

Ma se è stato proprio Ippocrate, il padre della medicina, a dire che le malattie cominciano nell’intestino, possiamo noi aspirare a rimanere in salute mangiando quei cibi che l’intestino lo attaccano e perforano di continuo??? Si hai capito bene, la leaky gut, o sindrome dell’intestino permeabile, è causata soprattutto da gliadina, caseina, lectine, saponine (presenti soprattutto negli pseudocerali come quinoa, amaranto ecc)…

Praticamente un intestino danneggiato farà passare nel sangue non solo le sostanze nutritive, ma anche tossine, batteri, virus, metalli, particelle di cibo indigerito ecc, ecc….e questo porterà ad uno sconvolgimento del tuo sistema immunitario…per ora su questo argomento mi fermo qui per non scendere troppo nel tecnico…

Quindi sicuro la Paleodieta è un alimentazione equilibrata….ma è anche varia???

Ma certo che lo è, vediamo ad esempio quanti tipi di carne esistono:

– Agnello

– Anatra

– Pecora

– Manzo

– Pollo

– Tacchino

– Oca

– Organi

– Struzzo

– Cinghiale

– Lepre

– Coniglio

– tutta la selvaggina…

Dai l’elenco è molto lungo, idem per tutti i vegetali, verdure e pesce…incrociando i vari alimenti puoi creare mille ricette diverse…è varia…punto…

Per cui anche la seconda critica mi pare proprio campata in aria…

Per cui ricorda, sono esclusi da questo regime alimentare:

1) Cereali

2) Latticini

3) Legumi

Nella Paleo Autoimmune (AIP), cioè per soggetti con patologie autoimmuni ci sono ulteriori restrizioni:

– Uova

– Solanacee (patate, melanzane, pomodori, peperoni, bacche di goji)

– Frutta a guscio

– Semi

– Caffè

– Alcol

Bene queste sono pillole, perché potrei scriverne per ore, ma ci sono i concetti fondamentali…ah ma questa Paleodieta è EFFICACE e SALUTARE? Direi proprio di si…

STUDIO 

STUDIO

STUDIO

Sono solo 3 esempi, ce ne sono molti di più…cerca su pubmed e capirai…

Bene per ora è tutto, tornerò sicuramente sull’argomento con altri approfondimenti. Ti invito ad iscriverti alla mia newsletter gratuita dove potrai ricevere ben 5 report riguardanti salute e benessere da leggere con tutta calma…e mi raccomando condividi questo articolo…è importante

A presto


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error

Segui Paleocomplex sui social e rimani aggiornato con informazioni utili e promozioni